Unico 2010: si avvicina il termine di pagamento delle imposte!

È ormai imminente l’appuntamento con il pagamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi (Unico 2010, Irap 2010).

Si forniscono, di seguito, alcune utili informazioni circa:

A. SCADENZE DEI PAGAMENTI

B. CODICI TRIBUTO

C. COMPENSAZIONI

A. SCADENZE DEI PAGAMENTI

1. SCADENZA ORDINARIA

1.i – Società di capitali

Le società di capitali devono eseguire il versamento delle imposte entro il giorno 16 del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta (16 giugno in genere per le società il cui periodo d’imposta coincide con l’anno solare).

Tale scadenza concerne:
– il saldo relativo al periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione,
– il primo acconto per il periodo d’imposta successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione.
Il secondo acconto dovrà, invece, essere versato entro l’ultimo giorno dell’undicesimo mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione.
Per i soggetti che approvano il bilancio oltre i 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio il versamento deve essere eseguito entro il 16 del mese successivo all’approvazione del bilancio; se il bilancio non è approvato entro il sesto mese dalla chiusura dell’esercizio il versamento deve comunque essere effettuato entro il 16 luglio.

1.ii – Società di persone
Le società di persone devono eseguire il versamento delle imposte entro il 16 giugno 2010.

Tale scadenza riguarda:
– il saldo relativo al periodo d’imposta 2009,
– il primo acconto per il periodo d’imposta 2010.

Il secondo acconto sarà invece versato entro il 30 novembre 2010.

1.iii – Persone fisiche

Anche le persone fisiche devono eseguire il versamento delle imposte entro il 16 giugno 2010.
Si ricorda che anche il saldo dell’IVA, per i soggetti tenuti a presentare la dichiarazione IVA all’interno della dichiarazione unificata, può essere pagato entro il 16 giugno; tuttavia, poiché il termine per il versamento dell’IVA scade il 16 marzo, i contribuenti che si avvalgono della possibilità di effettuare il versamento dell’IVA nel periodo dal 16 marzo al 16 giugno, devono maggiorare tale importo dello 0,40 per cento per mese o frazione di mese.

2. SCADENZA CON MAGGIORAZIONE
Per tutte le tipologie di contribuente il versamento delle imposte, ordinariamente in scadenza il 16 giugno, può essere effettuato anche entro il 16 luglio 2010 con versamento di una maggiorazione pari allo 0,4%.

3. RATEIZZAZIONE
Il saldo ed il primo acconto calcolati in Unico 2010 possono essere rateizzati.

Il numero massimo di rate e la loro scadenza variano a seconda che :

– il contribuente sia titolare o meno di partita Iva;

– della data del primo versamento effettuato.

La rateazione comporta l’applicazione dell’interesse in misura pari allo 0,33% mensile forfetario.
Si ricorda che gli interessi da rateizzazione non vanno cumulati all’imposta, ma vanno versati con un codice tributo diverso.

Soggetti titolari di Partita Iva

Rata Versamento senza maggiorazione
Interessi % Versamento con maggiorazione (+0,40%) Interessi %
16 giugno 16 luglio
16 luglio 0,33 16 agosto 0,33
16 agosto 0,66 16 settembre 0,66
16 settembre 0,99 18 ottobre 0,99
18 ottobre 1,32 16 novembre 1,32
16 novembre 1,65

Soggetti non titolari di Partita Iva

Rata

Versamento senza maggiorazione

Interessi %

Versamento con maggiorazione (+0,40%)

Interessi %

16 giugno 16 luglio
30 giugno 0,16 2 agosto 0,16
2 agosto 0,49 31 agosto 0,49
31 agosto 0,82 30 settembre 0,82
30 settembre 1,15 2 novembre 1,15
2 novembre 1,48 30 novembre 1,48
30 novembre 1,81

Anche il saldo Iva può essere rateizzato, con le medesime scadenze già indicate relativamente al saldo e primo acconto delle altre imposte liquidate in Unico 2010.

B. PRINCIPALI CODICI TRIBUTO

Si riportano, di seguito, i principali codici tributo da utilizzare per il pagamento delle imposte risultanti dal modello Unico 2010.

Imposta Codice Tributo
IRPEF – SALDO

4001

IRPEF – ACCONTO prima rata

4033

IRPEF – ACCONTO seconda rata

4034

IRES – SALDO

2003

IRES – ACCONTO prima rata

2001

IRES – ACCONTO seconda rata

2002

IRAP – SALDO

3800

IRAP – ACCONTO prima rata

3812

IRAP – ACCONTO seconda rata

3813

IVA annuale – SALDO

6099

Interessi pagamento rateizzato – Sez. Erario

1668

Addizionale Regionale

3801

Addizionale Comunale

3844

Addizionale Comunale acconto

3843

C. COMPENSAZIONI

I crediti derivanti dal Modello Unico 2010 possono essere utilizzati in compensazione già dal giorno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta per il quale la dichiarazione viene redatta.
Si ricorda che:
– l’importo massimo dei crediti compensabili ammonta ad euro 516.456,90;
– il modello F24 va presentato anche se a zero per effetto di compensazione;
– per la compensazione dei crediti Iva sussistono importanti limitazioni.

Tags: