Crisi da sovraindebitamento – esdebitazione

Con decreto legge 212/2011 sono state introdotte disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento atte a dare una risposta urgente per fronteggiare le situazioni di crisi di piccole imprese e famiglie a cui non sono applicabili le disposizioni vigenti in materia di procedure concorsuali, offrendo loro “la possibilità di concordare con i creditori un piano di ristrutturazione dei debiti che determini la finale esdebitazione del soggetto in crisi”.

E’ stato introdotto un meccanismo di estinzione (controllata in sede giudiziale) di tutte le obbligazioni del soggetto sovraindebitato, con intervento dell’autorità giudiziaria limitato ad omologare l’accordo raggiunto tra debitore e creditore.

Il nuovo strumento, che cerca di venire incontro ai disagi causati dall’attuale grave crisi economica, può essere utilizzato da persone fisiche o enti non assoggettabili alle normali procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, ecc), in sostanza persone fisiche o enti non imprenditori o imprenditori “minori”.

Nel nuovo istituto un ruolo chiave è svolto dagli organismi di composizione della crisi.

Studio Tomasin Commercialisti è in grado di assistere le persone interessate e di svolgere (ai sensi dell’art 18 del predetto decreto) le funzioni di organismo di composizione.