Nuovi Limiti per il bilancio abbreviato ed il bilancio consolidato

Nuovi limiti per il bilancio abbreviato ed il bilancio consolidato

Le società che non hanno emesso titoli negoziati in mercati regolamentati possono redigere in bilancio in forma abbreviata quando, nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi, non superano due dei tre limiti stabiliti dalla norma.

Tali limiti sono stati innalzati dall’art. 1, comma 4, del DLgs 173/2008 con riferimento ai bilanci relativi agli esercizi aventi inizio data successiva a quella del 21 novembre 2008 (bilanci d’esercizio 2009 per i soggetti con bilancio coincidente con l’anno solare).

I limiti per il bilancio abbreviato sono i seguenti:

Voce LIMITE VECCHIO LIMITE NUOVO
Attivo dello stato patrimoniale Euro 3.650.000 Euro 4.400.000
Ricavi delle vendite e delle prestazioni Euro 7.300.000 Euro 8.800.000
Dipendenti occupati in media nell’anno 50 unità 50 unità

Il DLgs 173/2008 ha innalzato anche i limiti per la redazione del bilancio consolidato.

In particolare i limiti dai quali scatta l’obbligo di redigere il bilancio consolidato sono i seguenti:

Voce LIMITE VECCHIO LIMITE NUOVO
Totale attivi degli stati patrimoniali Euro 14.600.000 Euro 17.500.000
Ricavi delle vendite e delle prestazioni Euro 29.200.000 Euro 35.000.000
Dipendenti occupati in media nell’anno 250 unità 250 unità

Si ritiene che i nuovi parametri debbano essere applicati retroattivamente.

Di conseguenza per i soggetti con bilancio coincidente con l’anno solare gli anni 2008 e 2009 costituiscono i due esercizi rilevanti ai fini della verifica dei nuovi limiti.